Consultazione decreto OIERT: ecco le osservazioni FIRE sul teleriscaldamento efficiente inviate al MASE

Abbiamo inviato al MASE le nostre osservazioni sul decreto OIERT, il provvedimento che deve definire le modalità con cui società pubbliche e private che vendono energia termica sotto forma di calore per il riscaldamento e raffrescamento a soggetti terzi, per quantità superiori a 500 TEP annui, provvedano che una quota di energia venduta sia rinnovabile.

Nella prima parte del documento FIRE sono riportate alcune considerazioni che riteniamo utili ai fini della definizione delle regole, basate su dati raccolti da centrali di teleriscaldamento asservite a piccole cittadine. La seconda parte è dedicata alle risposte alle domande in consultazione relative a:  ambito di applicazione; target FER; obbligo e progressività; obbligo e copertura al 100%; adempimento FER; costo per inadempienza.

Leggi le Osservazioni FIRE in occasione della consultazione MASE sul teleriscaldamento efficiente

 

Mercato dell’energia tra fine tutela, oneri e risparmi: le novità del 2024 per i consumatori

di Jacopo Romiti

L’anno appena iniziato porterà diverse novità nel mercato energetico italiano che, a vario titolo, coinvolgeranno tutti noi consumatori.

Il 2024 sarà ricordato per il definitivo superamento del mercato tutelato e quindi del compimento finale del processo di liberalizzazione, iniziato un quarto di secolo fa. Il 10 gennaio, infatti, è terminata la tutela nel gas mentre per l’energia elettrica la scadenza è stata spostata a luglio. La soppressione delle tariffe tutelate per le forniture di gas naturale arriva in un momento propizio per i consumatori finali: le quotazioni della materia prima sui mercati all’ingrosso, sia in Italia che a livello europeo, sono scese per tutto il mese di dicembre, tornando ai livelli del 2021, poco sopra i 31 €/MWh. Naturalmente si tratta dell’effetto delle temperature miti che hanno caratterizzato l’autunno e l’inizio dell’inverno e che hanno portato ad un calo della domanda, con gli stoccaggi che restano pieni oltre il 90%.

Leggi tutto

L’intelligenza artificiale nei trasporti e nelle imprese della filiera automotive

di Miriam Gangi, Responsabile Comunicazione e Ufficio stampa ANFIA

Nell’ultimo numero della nostra rivista Gestione Energia, abbiamo ospitato un articolo a firma ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica) sull’utilizzo dell’intelligenza artificiale (IA) nei trasporti e nelle imprese della filiera automotive. Nell’ambito della transizione energetica, tecnologica e digitale in corso nel settore della mobilità, lo sviluppo dell’intelligenza artificiale è sicuramente uno dei trend più innovativi, in grado di delineare nuove opportunità e soluzioni per le aziende. L’IA può essere applicata in qualsiasi realtà industriale, indipendentemente dalle dimensioni, e garantire benefici in termini di minori costi e maggiore efficienza, contribuendo anche al raggiungimento di criteri ESG sempre più richiesti dalle imprese. Leggi l’articolo

 

L’energia nella Legge di Bilancio 2024

di Jacopo Romiti

Il 30 dicembre scorso la Legge di Bilancio 2024 è stata approvata definitivamente dalla Camera dei deputati. Cosa prevede per l’energia?
Intanto, la Manovra ha introdotto la tassazione dei contratti di diritto di superficie di durata ventennale; questi contratti sono quelli tipicamente usati nel settore delle rinnovabili per affittare le aree destinate ad accogliere impianti fotovoltaici o turbine eoliche. E poi? Vediamolo insieme in questo articolo, a firma di Jacopo Romiti, che apre la prima newsletter FIRE dell’anno.

Leggi tutto

Aziende e PA: interventi di energy management

Nell’ultimo numero di Gestione Energia, rivista FIRE, abbiamo raccolto le buone esperienze nate da buone collaborazione tra pubblico e privato. Emerge una evoluzione positiva di alcune PA, specie municipali, delle industrie dei servizi, delle aziende municipalizzate; si evidenzia il nuovo ruolo che stanno conquistando gli energy manager delle Amministrazioni, che diventano la controparte delle imprese nei contratti di fornitura.

…Dunque qualcosa si muove. La PA inizia a percorrere sempre più la strada dell’energy management. Ecco il focus

Puntare sull’efficienza energetica, ecco perché

Intervista a Dario Di Santo

Tra le priorità di FIRE c’è quella di  mettere le proprie competenze e reti di relazioni al servizio dei suoi associati, degli energy manager e degli altri stakeholder, informandoli sulle opportunità di intervento, formandoli su tutto ciò che serve a gestire al meglio l’energia, rendendo disponibili studi e ricerche, condividendo strumenti per rendere più efficace l’energy management e raccogliendo proposte e pareri da trasferire alle istituzioni competenti per migliorare il quadro legislativo. Il motivo è che la Federazione ha da sempre spinto l’uso efficiente dell’energia in PMI, grandi industrie energivore, PA. La tematica è affrontata dal direttore Di Santo in questa intervista rilasciata alla rivista IL PIANETA TERRA.

Leggi tutto