Industria 4.0: effetti sulle imprese in relazione all’efficienza energetica

FIRE ha realizzato, per conto di RSE e nell’ambito della Ricerca di Sistema, uno studio il cui obiettivo è stato quello di individuare le caratteristiche dell’adozione e l’impatto dei sistemi collegati alla quarta rivoluzione industriale – industria 4.0 -sull’efficienza energetica per le imprese manifatturiere. Inoltre, si è voluto definire il livello di integrazione delle varie politiche che favoriscono l’incremento dell’efficienza energetica, quali i certificati bianchi o l’Emission Trading, e quelle orientate allo sviluppo delle imprese.

Nello specifico, sono stati analizzati  i seguenti aspetti:
• quanto le imprese abbiano adottato soluzioni collegate ad industria 4.0 con un effetto sull’uso dell’energia;
• che tipo di soluzioni siano state installate dalle imprese e per quali scopi;
• che tipo di benefici abbiano conseguito le imprese.

La ricerca ha, poi, voluto comprendere quanto la presenza di un sistema di energia ISO 50001 abbia influenza sulle prestazioni energetiche e sull’adozione di sistemi tecnologici innovativi.

Leggi lo studio Industria 4.0: effetti sulle imprese in relazione all’efficienza energetica

Leggi la monografia completa L’industria efficiente. Le opportunità delle imprese nella transizione energetica

Soluzioni per l’efficienza energetica e strumenti per stimolare gli investimenti

Francesco Boccia, FIRE

Nel 2020 gli investimenti in efficienza energetica hanno subito una riduzione stimata del 9% (IEA), dato allarmante nell’ottica della riduzione delle emissioni di GHG, alla quale l’efficienza energetica dovrebbe contribuire per il 40% nei prossimi 20 anni (IEA). È quindi necessario avere a disposizione degli strumenti che possano garantire un maggiore stimolo al settore e permettano una rapida ripartenza degli investimenti.

In relazione a queste tematiche FIRE è attiva in una serie di azioni illustrate dall’ing. Boccia nell’articolo pubblicato sulla rivista del CTI Energia e Dintorni.

Leggi tutto

Cogenerazione, fra presente e futuro

di Dario Di Santo

L’Italia ha storicamente una posizione forte in termini di cogenerazione, iniziata nei grandi impianti industriali (e.g. petrolchimico, cartiere, ceramico, chimico, etc.) e proseguita in altri settori industriali e nel terziario. Nell’articolo di apertura del focus “Cogenerazione industriale” pubblicato sull’ultimo numero della rivista FIRE, l’ing. Di Santo ha affrontato vari temi collegati alla tecnologia tra cui quello delle configurazioni di produzione e consumo.

Leggi tutto

Certificati bianchi: ecco le proposte FIRE di modifica allo schema di decreto

FIRE ha risposto alla richiesta della X Commissione del Senato, rivolta ai soggetti portatori di interesse,  di inviare osservazioni sullo schema di decreto sui certificati bianchi. L’obiettivo è quello di contribuire al confronto sull’aggiornamento della normativa in materia, riportando sia le esigenze e le necessità riscontrare tra gli associati sia le conclusioni maturate all’interno della Federazione che da sempre segue le evoluzioni del meccanismo di incentivazione.

Il documento divide le proposte di modifica in 15 punti ed evidenzia come la ripresa dei certificati bianchi è auspicabile nell’ottica di offrire all’industria un supporto forte per decarbonizzare i processi produttivi e le filiere, tanto più in considerazione dell’ingente sforzo previsto nell’ambito dell’emission trading. Si tratta ad avviso di FIRE di una priorità per garantire che le imprese italiane rimangano competitive nel medio lungo-periodo, con tutte le ricadute positive sul territorio nazionale, ad un costo certamente inferiore a quello degli interventi nell’edilizia e nei trasporti, settori peraltro coperti dalle priorità del pacchetto clima-energia della Commissione Europea. Il meccanismo potrà inoltre essere d’aiuto anche per gli altri settori, in ambiti di intervento non coperti dagli incentivi dedicati (e.g. detrazioni fiscali, conto termico, etc.) e potrà rappresentare un valido aiuto per realizzare interventi utili alla ripresa dalla pandemia Covid-19.

Leggi le Proposte di modifica dello schema di decreto sui certificati bianchi

L’impatto della quarta rivoluzione industriale sui consumi delle imprese

di Livio De Chicchis

Nell’ambito di un lavoro di ricerca realizzato con RSE, FIRE ha svolto un’indagine, che ha coinvolto gli energy manager nominati nel settore industriale, manifatturiero e delle forniture di energia, sull’adozione di soluzioni Industria 4.0 e relativi effettivi sui consumi energetici.

I risultati sono stati illustrati dall’ing. De Chicchis durante la Digital Green Weeks di Key Energy e sono riassunti  in questa presentazione assieme ad altri dati sulla cosiddetta quarta rivoluzione industriale.

Elettrificazione e digitalizzazione

In occasione del webinar “L’elettrico e la digitalizzazione per la transizione” organizzato da Elettricità Futura e Coordinamento FREE all’interno delle Digital Green Weeks di Key Energy, l’ing. Forni è intervenuto trattando gli aspetti relativi all’impatto che la digitalizzazione ha sulle imprese e quelli legati all’elettrificazione.

Vai alla presentazione