L’energy manager nelle comunitΓ  energetiche rinnovabili

di Micaela Ancora

Anticipando un passaggio del Rapporto FIRE sugli energy manager, che presenteremo il 1Β° luglio p.v., π‘™β€™π‘’π‘£π‘œπ‘™π‘’π‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ 𝑑𝑒𝑙 π‘šπ‘’π‘Ÿπ‘π‘Žπ‘‘π‘œ π‘’π‘™π‘’π‘‘π‘‘π‘Ÿπ‘–π‘π‘œ π‘ π‘‘π‘Ž π‘Žπ‘π‘Ÿπ‘’π‘›π‘‘π‘œ π‘›π‘’π‘œπ‘£π‘’ π‘œπ‘π‘π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘’π‘›π‘–π‘‘π‘ŽΜ€ π‘™π‘’π‘”π‘Žπ‘‘π‘’ π‘Žπ‘™ π‘π‘Žπ‘šπ‘π‘œ 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 π‘šπ‘–π‘π‘Ÿπ‘œπ‘Ÿπ‘’π‘‘π‘– (𝑒.𝑔. π‘π‘œπ‘šπ‘’π‘›π‘–π‘‘π‘ŽΜ€Μ€ π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘”π‘’π‘‘π‘–π‘β„Žπ‘’ π‘Ÿπ‘–π‘›π‘›π‘œπ‘£π‘Žπ‘π‘–π‘™π‘– 𝑒 π‘π‘œπ‘šπ‘’π‘›π‘–π‘‘π‘ŽΜ€ π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘”π‘’π‘‘π‘–π‘β„Žπ‘’ 𝑑𝑒𝑖 π‘π‘–π‘‘π‘‘π‘Žπ‘‘π‘–π‘›π‘–) 𝑒 𝑑𝑒𝑙 π‘‘π‘’π‘šπ‘Žπ‘›π‘‘ π‘Ÿπ‘’π‘ π‘π‘œπ‘›π‘ π‘’. 𝐼𝑛 π‘“π‘’π‘‘π‘’π‘Ÿπ‘œ π‘™β€™π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘”π‘¦ π‘šπ‘Žπ‘›π‘Žπ‘”π‘’π‘Ÿ π‘‘π‘œπ‘£π‘Ÿπ‘ŽΜ€ π‘”π‘’π‘ π‘‘π‘–π‘Ÿπ‘’ π‘ π‘’π‘šπ‘π‘Ÿπ‘’ 𝑝𝑖𝑒̀ 𝑖𝑛 π‘šπ‘œπ‘‘π‘œ π‘–π‘›π‘‘π‘’π‘”π‘Ÿπ‘Žπ‘‘π‘œ π‘™β€™π‘’π‘ π‘œ π‘Ÿπ‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘Žπ‘™π‘’ π‘‘π‘’π‘™π‘™β€™π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘”π‘–π‘Ž 𝑛𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑠𝑒𝑒 π‘π‘œπ‘šπ‘π‘œπ‘›π‘’π‘›π‘‘π‘– π‘‘π‘’π‘™π‘™β€™π‘’π‘“π‘“π‘–π‘π‘–π‘’π‘›π‘‘π‘Žπ‘šπ‘’π‘›π‘‘π‘œ 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 𝑒𝑠𝑖 π‘“π‘–π‘›π‘Žπ‘™π‘–, π‘‘π‘’π‘™π‘™π‘Ž π‘”π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘§π‘–π‘œπ‘›π‘’ 𝑖𝑛 π‘™π‘œπ‘π‘œ (π‘Ÿπ‘–π‘›π‘›π‘œπ‘£π‘Žπ‘π‘–π‘™π‘’ 𝑒/π‘œ π‘π‘œπ‘”π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘Žπ‘‘π‘–π‘£π‘Ž) 𝑒 π‘‘π‘’π‘™π‘™β€™π‘Žπ‘π‘žπ‘’π‘–π‘ π‘‘π‘œ π‘‘π‘Ž π‘Ÿπ‘’π‘‘π‘’ π‘Žπ‘›π‘β„Žπ‘’ 𝑑𝑖 π‘’π‘™π‘’π‘‘π‘‘π‘Ÿπ‘–π‘π‘–π‘‘π‘ŽΜ€ π‘£π‘’π‘Ÿπ‘‘π‘’ π‘‘π‘Ÿπ‘Žπ‘šπ‘–π‘‘π‘’ 𝑃𝑃𝐴 (π‘ƒπ‘œπ‘€π‘’π‘Ÿ π‘ƒπ‘’π‘Ÿπ‘β„Žπ‘Žπ‘ π‘’ π΄π‘”π‘Ÿπ‘’π‘’π‘šπ‘’π‘›π‘‘, π‘Žπ‘π‘π‘œπ‘Ÿπ‘‘π‘– 𝑑𝑖 π‘Žπ‘π‘žπ‘’π‘–π‘ π‘‘π‘œ π‘‘π‘Ž π‘‘π‘’π‘Ÿπ‘§π‘– π‘‘π‘’π‘™π‘™β€™π‘’π‘›π‘’π‘Ÿπ‘”π‘–π‘Ž π‘π‘Ÿπ‘œπ‘‘π‘œπ‘‘π‘‘π‘Ž π‘‘π‘Ž 𝑒𝑛 π‘ π‘–π‘›π‘”π‘œπ‘™π‘œ π‘–π‘šπ‘π‘–π‘Žπ‘›π‘‘π‘œ).
In questo articolo di apertura della newsletter di metΓ  giugno, Micaela Ancora responsabile comunicazione della Federazione, ha riportato le testimonianza di Franco Feliciani, energy manager del comune di Pescara e Roberto Sannasardo, energy manager della Regione Sicilia, alle prese con attivitΓ  legate alle CER .

___________________________________________________________________________________________

Il prossimo 1Β° luglio presenteremo il Rapporto Energy manager 2024. È in programma anche un altro evento dedicato alla presentazione di un’indagine sulle CER che FIRE ha condotto nella sua rete di stakeholder per indagare su alcuni aspetti: forma giuridica, incentivi, problematiche riscontrate, osservazioni. Sono due appuntamenti diversi ma in qualche modo legati da un filo conduttore: l’evoluzione del professionista, delle sue competenze, della capacitΓ  di gestire le novitΓ  maturate nella transizione energetica (le comunitΓ  energetiche Γ¨ tra queste).

Anticipando un passaggio del Rapporto, l’evoluzione del mercato elettrico sta aprendo nuove opportunitΓ  legate al campo delle microreti (e.g. comunitΓ Μ€ energetiche rinnovabili e comunitΓ  energetiche dei cittadini) e del demand response. In futuro l’energy manager dovrΓ  gestire sempre piΓΉ in modo integrato l’uso razionale dell’energia nelle sue componenti dell’efficientamento degli usi finali, della generazione in loco (rinnovabile e/o cogenerativa) e dell’acquisto da rete anche di elettricitΓ  verde tramite PPA (Power Purchase Agreement, accordi di acquisto da terzi dell’energia prodotta da un singolo impianto).

Per poter cogliere i benefici delle CER e dell’efficienza energetica, la presenza di un energy manager Γ¨ un valore aggiunto, sia in azienda sia nella PA. β€œRitengo imprescindibile il ruolo di un energy manager, necessario alla gestione delle varie fasi previste: studio di fattibilitΓ , simulazione risultati attesi, supporto alle fasi costituite e regolamentarie, monitoraggio, aggiornamento configurazione, gestioneΒ incentivi, programmazione dei nuovi investimenti,Β valutazione proposte producer,Β azioni di miglioramento dei benefici per i membri della CACER, etc.” afferma Franco Feliciani, energy manager del Comune di Pescara, consulente di diversi progetti CACER,Β sia di PPAA che di aziende β€œValuto molto stimolante questa mia esperienza legata alle CER e piuttosto articolata, vista la proliferazione delle norme regolamentarie e le tante incertezze sulla effettiva piena attuazione che, come sempre, saranno piΓΉ chiare man mano che le asperitΓ  verranno superate, con tanto lavoro e soprattutto con la partecipazione di uno staff qualificato (dove sono presenti avvocato, commercialista, consulente finanziario, amministrativo)”. Una difficoltΓ  evidenziata Γ¨ l’avere piena fiducia degli investitori (come in tutte le altre attivitΓ  di un energy manager).

A quanto detto dall’arch. Feliciani, che sarΓ  relatore durante la presentazione del Rapporto, possiamo aggiungere un’altra competenza dell’energy manager, ossia quella di individuare e promuovere sia attivitΓ  di formazione dei dipendenti ed amministratori comunali, sia di azioni volte a spiegare al cittadino nel modo piΓΉ opportuno cosa Γ¨ una CER, come funziona e perchΓ© farne parte. Quello della giusta comunicazione Γ¨ un aspetto importante quanto gli altri in questa fase iniziale di costruzione delle comunitΓ  energetiche. Molti sono i dubbi legati agli aspetti economici, ai ricavi, che dipendono dal rapporto tra produttori e consumatori che non Γ¨ standard in ogni ogni comunitΓ  e che quindi, va comunicato correttamente ai cittadini membri.

Concorde sul tema Γ¨ Roberto Sannasardo, energy manager della Regione Sicilia β€œIl ruolo dell’energy manager puΓ² essere valido in attivitΓ  di proselitismo e di promozione delle CER. Come ufficio, sto lavorando per crearne una. Inoltre, sto cercando di promuovere l’autoconsumo individuale a distanza nell’Amministrazione regionale, con qualche difficoltΓ  di ascolto”. Alla domanda che impedimento sta incontrando, Sannasardo risponde: β€œSe la domanda Γ¨ riferita al mio percorso all’interno della PA, la difficoltΓ  Γ¨ connessa alla possibilitΓ  di incidere nelle dinamiche di policy, nel senso che il decisore politico non sempre ascolta quello che viene proposto dall’energy manager”.

Sannasardo pone poi l’accento sulla certificazione EGE, evidenziando che l’essere certificato Esperto in Gestione dell’Energia, rafforza il ruolo dell’energy manager, soprattutto nelle attivitΓ  di analisi della fattibilitΓ  tecnico-economica della CER.

In chiusura, ricordiamo che da qualche giorno circola la bozza di decreto Transizione 5.0. Come sottolineato da FIRE in occasione di una pillola dedicata, la figura ideale cui affidare la gestione degli investimenti in beni agevolabili 5.0 Γ¨ proprio l’energy manager, ruolo che con il Piano Transizione 5.0 vedrΓ  accrescere la propria centralitΓ . Le imprese che vorranno realizzare un investimento e beneficiare del credito d’imposta 5.0, si renderanno conto di quanto sarΓ  conveniente aver nominato un proprio dipendente o un consulente esterno con competenze di livello, capace di gestire l’investimento correttamente.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono chiusi.