L’impatto della quarta rivoluzione industriale sui consumi delle imprese

di Livio De Chicchis

Nell’ambito di un lavoro di ricerca realizzato con RSE, FIRE ha svolto un’indagine, che ha coinvolto gli energy manager nominati nel settore industriale, manifatturiero e delle forniture di energia, sull’adozione di soluzioni Industria 4.0 e relativi effettivi sui consumi energetici.

I risultati sono stati illustrati dall’ing. De Chicchis durante la Digital Green Weeks di Key Energy e sono riassunti  in questa presentazione assieme ad altri dati sulla cosiddetta quarta rivoluzione industriale.

Elettrificazione e digitalizzazione

In occasione del webinar “L’elettrico e la digitalizzazione per la transizione” organizzato da Elettricità Futura e Coordinamento FREE all’interno delle Digital Green Weeks di Key Energy, l’ing. Forni è intervenuto trattando gli aspetti relativi all’impatto che la digitalizzazione ha sulle imprese e quelli legati all’elettrificazione.

Vai alla presentazione

Certificati bianchi: cosa accade a livello europeo?

In attesa del decreto del MiSE che introdurrà misure pensate per il rilancio del meccanismo dei TEE (oltre a definirne gli obiettivi fino al 2024), segnaliamo la presentazione dell’ing. De Chicchis illustrata durante la conferenza FIRE “Certificati bianchi: Titoli di Efficienza Energetica a portata di mano“.

Guardando il meccanismo in un’ottica di confronto europeo grazie al Progetto europeo ENSMOV – di cui FIRE è partner –, sono emersi spunti di interesse, tra cui la comune necessità nei paesi UE di stabilire procedure standardizzate, in particolare quando si ha a che fare con tanti progetti di dimensioni contenute.

Vai alla presentazione

Proposte per rilanciare lo schema dei certificati bianchi

Mancano pochi giorni alla storica conferenza FIRE dedicata ai certificati bianchi. Nell’attesa segnaliamo la presentazione che l’ing. Di Santo e l’ing. De Chicchis hanno illustrato in occasione del webinar FIRE-Keyenergy 2020 “Certificati bianchi: risultati e opportunità”.  Durante l’evento è stato ricordato che il PNIEC conferma lo schema dei certificati bianchi come misura fondamentale per il raggiungimento degli obblighi al 2030. È dunque interesse di tutti, e in particolare del settore industriale, che il meccanismo funzioni bene.

Vai alla presentazione

Iscriviti e partecipa gratuitamente alla Conferenza FIRE “Certificati bianchi: Titoli di Efficienza Energetica a portata di mano

 

Mercati energetici, venti anni di liberalizzazione

di Dario Di Santo

In occasione del webinar FIRE – YEM “Acquisti di gas&power e risk management: cosa cambia con la rivoluzione digitale?” l’ing. Di Santo ha aperto la sessione trattando il tema della liberalizzazione dei mercati energetici. Rispetto a vent’anni fa comprare energia è diventato un mestiere complesso. Oggi, infatti, troviamo mercati di vario genere (MGP, MI, MSD, MPEG, MTE, PCE) e possibili approcci all’acquisto (baseload, peak, spot, fixing, contratti a termine, PPA, etc.) che rendono diverso lo scenario. Per approfondimenti vai alla presentazione

Vai agli atti del webinar FIRE – YEM

Energy manager: in azienda aumenta la presenza degli obiettivi energetici rispetto a quelli economici

Dario Di Santo

Ogni anno assieme al Rapporto sugli energy manager in Italia viene approfondito un tema specifico. Quest’anno la Federazione ha condotto l’indagine sull’evoluzione del ruolo dell’energy manager. Tra i risultati emersi si evidenziano l’utilità di adottare un sistema di gestione dell’energia, la formazione e l’aggiornamento, l’aumento degli energy manager certificati EGE, e il maggiore numero di soggetti che monitorano gli indicatori di prestazione energetica. Tuttavia, non sempre l’alta direzione richiede che siano raggiunti degli obiettivi energetici specifici, come indicato dal 33% degli energy manager intervistati. Tra coloro i quali hanno dei target in capo, un aspetto da notare rispetto al 2015 è l’aumento della presenza di obiettivi energetici rispetto a quelli economici, con variazioni nell’ordine di 6-7 punti percentuali; questo rappresenta sicuramente un elemento positivo, a conferma della maggiore attenzione agli aspetti energetici anche svincolati dai meri ritorni economici.

Durante il webinar di presentazione del Rapporto l’ing. Di Santo ha presentato l’indagine nel dettaglio. Qui la presentazione

 

La proposta di riforma dei Titoli d Efficienza Energetica

di Dario Di Santo

Confindustria, con la collaborazione di FIRE, ha predisposto un documento di proposte per lo schema dei certificati bianchi con il fine di rilanciare il meccanismo da tempo in difficoltà ma considerato ancora valido (basti ricordare che il Piano nazionale integrato energia e clima continua a prevederne un ruolo importante in ottica 2030). Il documento nasce da un gruppo di lavoro di Confindustria dove erano rappresentati sia la domanda, ossia i distributori di elettricità e gas, sia l’offerta, ossia imprese ed ESCO.

Nella presentazione che segue l’ing. Di Santo ha illustrato le principali proposte per lo schema dei certificati bianchi tracciate nel documento Confindustria-FIRE, tra cui quella di definire delle linee guida ed un contributo tariffario che non lasci i distributori senza copertura dei costi sostenuti o in crisi di liquidità (costo TEE virtuali, coefficiente obbligo minimo, etc.).

Vai alla presentazione