Strumenti per la decarbonizzazione degli edifici

di Daniele Forni

In occasione della Convention SECEM: Gli esperti in gestione dell’energia: tra presente e futuro, tra obblighi ed opportunità, l’ing. Forni ha tracciato una carrellata dei principali strumenti per la decarbonizzazione degli edifici, tra cui abbiamo l’elettrificazione e l’utilizzo, quindi, delle pompe di calore sia per il riscaldamento che per il raffrescamento.

Gli atti della Conferenza sono qui disponibili 

Efficienza energetica: novità e sfide alla luce delle nuove direttive

di Dario Di Santo

Il 3 maggio scorso l’ing. Di Santo è intervenuto ad mcTER Roma mostra convegno rinnovabili ed efficienza energetica per parlare di efficienza energetica e nuove direttive. In particolare, ha evidenziato ” Una delle sfide future sarà sapere coniugare generazione e consumo, che sia attraverso un SSPC, una CER, o un’altra configurazione. Un buon criterio cui uniformarsi è quello dell’energy efficiency first.  Sarebbe utile, infatti, ragionare sui possibili interventi lato domanda e sul loro effetto nel tempo, e poi passare a dimensionare la generazione”.

Vai alla presentazione Efficienza energetica novità e sfide alla luce delle nuove direttive

 

Energy manager: nomina, ruolo, risorse

Siamo in tempo di nomina! Per ricordare che entro il 30 aprile bisogna comunicare alla FIRE il professionista scelto per rivestire questo ruolo, segnaliamo gli atti del workshop Energy manager: nomina, ruolo, risorse. 

L’energy manager è una figura fondamentale nel processo di transizione energetica. Le sue competenze mettono insieme i temi energetici e quelli legati alla riduzione delle emissioni di gas serra, garantendo la gestione ottimale dell’energia e l’impiego di fonti rinnovabili e si soluzioni per la decarbonizzazione delle attività di imprese ed enti.

Vai agli atti

Si ricorda che l’11 aprile si terrà il workshop ad accesso gratuito Piattaforma NEMO: istruzioni e confronto sulla nomina dell’energy manager

La revisione della UNI CEI 11339: l’EGE protagonista nella transizione energetica

Dopo 3 anni di lavoro è stata pubblicata la revisione della UNI CEI 11339 relativa alla certificazione dell’Esperto in Gestione dell’Energia (EGE). Ne ha parlato FIRE durante il workshop “La revisione della UNI CEI 11339: l’EGE protagonista nella transizione energetica” svoltosi durante KEY 2024.

Nel convegno si sono illustrate le modifiche presenti nella nuova norma su EQF (quadro europeo delle professioni), energy auditor e in particolare in merito ai nuovi compiti, alle conoscenze ed alle abilità che un professionista dovrà avere per arrivare alla certificazione. La parola poi ad una serie di esperienze di EGE certificati utili per dare indicazioni sulle opportunità che oggi offre tale certificazione per ridurre la domanda di energia, far fronte agli obblighi normativi ed al caro prezzi.

Vai agli atti del workshop

Misura e Verifica: strumento essenziale per l’uso efficiente dell’energia e delle risorse

di Daniele Forni

La misura e verifica è uno strumento essenziale per l’uso efficiente dell’energia e delle risorse quando si vogliano dimostrare i risultati:
• nella gestione dell’energia
• in contratti con clausole prestazionali
• in meccanismi di incentivazione

Risulta uno strumento utile anche quando si vuole migliorare la solidità / finanziabilità di un progetto.

Questi alcuni concetti emersi durante l’intervento dell’ing. Forni al workshop “Misura e verifica dei risparmi energetici”organizzato da FIRE in occasione di KEY (Rimini 28 febbraio-1 marzo 2024).

FIRE ha erogato formazione sulla M&V a oltre 500 professionisti in Italia e all’estero. I prossimi corsi sono in programma a maggio 2024.

Vai agli atti del workshop 

L’energy manager nella transizione energetica

di Jacopo Romiti

Durante la conferenza ENERMANAGEMENT, Jacopo Romiti di FIRE ha portato in sala alcuni dati dell’indagine condotta da FIRE sull’energy manager. Emerge che la maggioranza di loro (sia interni che esterni) percepisce l’importanza del proprio ruolo come crescente negli ultimi anni, e partecipa alle scelte dell’alta direzione in merito alla decisione di carattere energetico. Rimane però molto da fare a livello di inquadramento, di budget disponibile e, soprattutto nella PA, di ruolo adeguato alle sfide della riqualificazione energetica degli enti pubblici.

Vai alla presentazione

La nuova direttiva sull’efficienza energetica e l’indagine FIRE sui TEE

di Dario Di Santo

Durante la Conferenza FIRE “Certificati bianchi: titoli di efficienza energetica a portata di mano” l’ing. Di Santo ha illustrato le novità in arrivo con la nuova direttiva UE 2023/1791 sull’efficienza energetica, che rientra nel pacchetto Fit for 55. Il direttore FIRE ha poi ha evidenziato i risultati emersi dall’indagine condotta dalla Federazione sui certificati bianchi. In particolare, i rispondenti ritengono che lo schema abbia ancora senso, ma che vada migliorato. Emergono alcune richieste, tra cui: semplificazioni, specie per i progetti più piccoli, su misura e altri aspetti, più dialogo con GSE (per quanto per quanto in genere un  miglioramento su questo sia stato notato), un confronto diretto sulle singole proposte, meno aleatorietà nelle valutazioni. Vai alla presentazione