Idrogeno, primi passi per una infrastruttura in Europa

di Giuseppe Tomassetti

L’11 febbraio 2021 Agora Energiewende, think tank tedesco, ha presentato un lavoro sui primi passi per una infrastruttura per l’idrogeno rinnovabile o idrogeno verde in Europa. L’ing. Tomassetti, vice presidente FIRE, ha, nell’articolo pubblicato su Staffetta Quotidiana e qui riproposto, riportato ed analizzato i punti più importanti dello studio. Leggi tutto

Catena del freddo, efficienza energetica e competitività aziendale: tre strade strettamente correlate

di Valeria Caso e Daniele Forni

La riduzione dei consumi nella catena del freddo è un tema che non può essere affrontato in modo unidirezionale, ma deve avvalersi di un approccio olistico che consente di analizzare la catena del freddo non più dalla prospettiva della singola azienda ma focalizzandosi sui diversi anelli che la compongono, in modo da attuare misure di ottimizzazione rivolte non soltanto alle singole imprese ma all’intero processo.

Il tema è trattato nell’articolo di apertura della newsletter FIRE di metà febbraio.

Leggi tutto

Superbonus fra luci e ombre

di Dario Di Santo

Sono passati diversi mesi ormai dall’introduzione del superbonus con il D.L. 19 maggio 2020 n. 34. In FIRE, pur lodando l’idea di coniugare ripresa economica e sostenibilità insita nella misura, fin dall’inizio abbiamo condiviso forti dubbi su di essa.  Così Dario Di Santo apre il supplemento di Gestione Energia dedicato al 110%, che raccoglie le prime esperienze con l’incentivo di alcuni operatori.

Leggi il Supplemento 

 

Analisi del contesto energetico italiano alla luce del PNIEC

di Alessio Sbarra e Giuseppe Tomassetti

Come è ben noto con il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) vengono stabiliti gli obiettivi nazionali al 2030 sull’ efficienza energetica, sulle fonti rinnovabili e sulla riduzione delle emissioni di CO2. A tal proposito, l’articolo di apertura della newsletter FIRE si pone l’obiettivo di fare il punto della situazione riguardo il contesto energetico italiano attuale. Per fare tutto ciò, è stato considerato il bilancio energetico redatto dall’Eurostat, schematizzando i consumi energetici, dei vari settori, per fonte e vettore energetico utilizzato.

Leggi tutto

Cogenerazione: stato e potenziale

di Dario Di Santo

Il 55% dell’energia termoelettrica prodotta in Italia viene da impianti di cogenerazione. Un dato non trascurabile che evidenzia come tale tecnologia sia ormai avviata e supportata, in virtù dei benefici che produce, da un regime di sostegno stabile. Grazie agli incentivi disponibili, la cogenerazione risulta, infatti, una soluzione molto interessante per tutti i clienti che hanno un fabbisogno di energia idoneo.

Questi sono alcuni spunti emersi durante l’intervento di Dario Di Santo illustrato in occasione del webinar organizzato il 27 gennaio all’interno del White Focus 2021, evento periodico di approfondimento finalizzato ad affrontare specifiche tematiche rilevanti nel settore dell’efficienza energetica, con particolare attenzione al segmento industriale.

Vai alla presentazione

ALPGRIDS: sviluppo di un modello di microrete energetica per lo spazio alpino

di Pasquale Motta, Design and Management of Electrical Power Asset

Creare un ambiente transnazionale per la promozione di un modello di microrete replicabile nel territorio alpino in stretta relazione con le comunità energetiche. Questo è l’obiettivo di ALPGRIDS, progetto cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale attraverso il programma Interreg Alpine Space. La microrete determina un aumento della autonomia energetica del territorio consentendo scambi di energia al suo interno tra produttori, prosumers e consumatori. L’articolo di approfondimento è contenuto nel focus di Gestione Energia dedicato alle comunità energetiche.

Vai al focus e leggi l’articolo

 

Formazione? Sì ma quella giusta!

di Micaela Ancora

Siamo appena entrati nel 2021, un anno caratterizzato da tante novità per il settore energetico. Si continua a parlare di transizione, si delineano nuovi scenari in cui mobilità, edilizia, tecnologia, sostenibilità vanno a braccetto. Tutto questo avviene in una fase pandemica che toglie respiro all’economia, alle imprese ed ai professionisti.

Che formazione si cerca in questo momento storico?

Osservando le dinamiche del mercato occupazionale e confrontando le esigenze dei tanti partecipanti ai corsi FIRE, indirizzati ad energy manager, EGE, dirigenti e tecnici che operano nel settore (ESCO, utility, professionisti, etc.), abbiamo tratto qualche conclusione.

Leggi tutto