Energy management: un percorso verso la sostenibilità

di Dario Di Santo

L’energy management assume sempre più nuovi contorni, si arricchisce in complessità e chiede di abbandonare gli approcci tradizionali. Dunque, per stare al passo con i tempi, le imprese devono ripensare il business, i servizi ed i prodotti, ottimizzando i processi produttivi e cercando di usare meglio le risorse.

D’altronde, usare bene l’energia porta ad imprese più efficaci nella proposta di valore, più sicure (riduzione rischi per le persone e danni alle apparecchiature, continuità di processo e servizi) e meno costose nella gestione annua.

Il tema è stato trattato approfonditamente dall’ing. Di Santo il 18 novembre durante il Webinar “Energy management, un percorso verso la sostenibilità”, promosso da IBM SkillsBuild Reignite, la piattaforma di apprendimento digitale per le PMI italiane. Vai alla presentazione Energy management: un percorso verso la sostenibilità

Soft skills per energy manager

di Dario Di Santo

Cosa si intende per  softs kills? Perchè sono utilissime per chi opera nel settore energetico? Per soft skills si intende l’insieme di capacità sociali, emozionali, comunicative e caratteriali che consentono ad una persona di mettere a frutto nel migliore dei modi le proprie competenze tecniche e di svolgere al meglio i propri incarichi. Ne consegue che chi opera nel campo dell’energy management deve farle proprie per raggiungere gli obiettivi aziendali. Ne ha parlato Dario Di Santo nella newsletter FIRE di metà novembre.

Si ricorda che FIRE ha pensato di contribuire al tema mettendo in programma per fine mese un primo corso sulla negoziazione per energy manager ed esperti in gestione dell’energia.

Leggi tutto

Efficienza e benefici multipli nella catena del freddo alimentare

di Valeria Caso

La catena del freddo è tra i sistemi a più alta intensità energetica all’interno del settore Food & beverage, ma c’è ancora una scarsa comprensione del potenziale dell’efficienza energetica e dei vantaggi economici che si potrebbero raggiungere adottando le giuste misure di risparmio energetico. Il tema è stato trattato ad mcTER 2020 dall’ing. Caso di FIRE, che ha parlato anche del progetto europeo ICCEE dedicato alle piccole e medie imprese operanti nel settore del food & beverage.

Vai alla presentazione

La negoziazione efficace per l’energy manager

di Luca Bicchierini, esperto in marketing mix strategico ed operativo

Le strategie di marketing sono importanti per un energy manager? Sicuramente si: una buona strategia di negoziazione applicata nelle attività di energy management permette di trasformare le criticità in opportunità e consente di gestire contrasti e obiezioni mantenendosi saldi sui propri obiettivi.

Luca Bicchierini lavora ed insegna nel settore della negoziazione da sempre e ci spiega in questo articolo l’importanza di sviluppare o affinare le capacità di soft skills, così da raggiungere con successo le mete prefissate in ambito energetico/aziendale. Assieme a lui abbiamo deciso di mettere in piedi un corso dedicato in due giornate (23 e 30 novembre) con l’intento di far emergere le capacità di argomentazione ed ascolto ed affrontare con metodo e apertura un percorso di negoziazione.

 

Leggi tutto

Certificati bianchi: cosa prevede il decreto semplificazioni

di Dario Di Santo

In attesa del nuovo decreto ministeriale che si spera possa rilanciare lo schema dei certificati bianchi, tenendo conto anche delle proposte pervenute dagli stakeholder (ad esempio quelle presentate da Confindustria con il supporto scientifico di FIRE), vale la pena spendere due parole sulle novità introdotte dal cosiddetto Decreto Semplificazioni (i.e. D.L. 76/2020 come convertito dalla legge 120/2020).

Il tema è quello della valutazione dei progetti, del ricorso all’autotutela e dell’esclusione dall’incentivo legato ai certificati bianchi. Leggi tutto

Fonti rinnovabili e consumi che rimbalzano. Il fotovoltaico nelle applicazioni residenziali

di Giuseppe Tomassetti

Il PNIEC prevede per il prossimo decennio di triplicare la produzione nazionale di elettricità da fonte solare, grazie anche ad una diminuzione di costo delle apparecchiature. Il Testo promuove la diffusione del fotovoltaico nelle residenze ma ignora del tutto il raffrescamento estivo.

L’analisi di Giuseppe Tomassetti, vice presidente FIRE, tracciata nell’editoriale di Gestione Energia 3-2020

Leggi tutto

L’evoluzione del ruolo dell’energy manager… vista dagli energy manager

di Livio De Chicchis e Dario Di Santo

Come ogni anno, la presentazione del Rapporto energy manager è l’occasione per diffondere, oltre a dati e statistiche sulle nomine pervenute nell’anno precedente, i risultati dell’indagine che la FIRE realizza presso i responsabili nominati e il cui focus varia da un’edizione all’altra. Quest’anno la tematica scelta è stata l’evoluzione del ruolo dell’energy manager, in un’indagine che costituisce il follow-up di quella realizzata cinque anni fa.

Cosa è emerso?