Certificati bianchi: un aggiornamento

di Dario Di Santo

Il prezzo dei TEE continua a salire mentre il valore tendenziale del rimborso tariffario, cui è legato il costo del sistema, viaggia verso i 310 euro/TEE.

Purtroppo la carenza di dati sui certificati che potranno essere emessi nei prossimi mesi non aiuta di certo a ridare stabilità al mercato. FIRE ha più volte segnalato che un meccanismo di mercato necessita di maggiore trasparenza e più dati forniti in tempo reale, pena il rischio di tensioni sui prezzi più marcate. Si spera che il rapporto annuale relativo al 2017 prodotto dal GSE, con le consuete proiezioni per il futuro, possa chiarire la situazione aiutando a comprendere cosa attendersi in vista della scadenza a maggio del termine per presentare certificati per la verifica dell’obbligo 2017.

Un aggiornamento sul mercato dei certificati bianchi scritto per Qualenergia.it.

 

 

Leggi tutto

Il Sistemi di Gestione Energia tra novità e buone pratiche

di Dario Di Santo

Si sta avvicinando l’8 marzo, data in cui si terrà a Bologna la prima delle sei Conferenze FIRE previste per il 2018. Quella di marzo è dedicata ai Sistemi di Gestione dell’Energia cui la Federazione ed il Comitato Termotecnica Italiano (CTI)  nel 2016 hanno dedicato un’Indagine: Sistemi di gestione dell’energia certificati ISO 50001 in Italia Evoluzione, problematiche e dati dalla quale sono emersi dati particolarmente significativi.

In attesa dell’8 marzo si ripropone la presentazione di Dario Di Santo, direttore FIRE, illustrata nell’edizione 2017 della Conferenza “Sistemi di gestione dell’energia: un trampolino per il futuro”: Sistemi di gestione dell’energia ISO 50001

Certificati bianchi a rischio

articolo di Dario Di Santo, FIRE

Lo schema dei TEE sta attraversando una fase delicata, nonostante le aspettative di potenziamento e semplificazione contenute nella Strategia energetica nazionale appena varata. Non si tratta tanto e solo di un problema di prezzo dei certificati bianchi, al centro dell’attenzione mediatica nell’ultimo anno appena passato, quanto del venire meno delle condizioni che ne consentono un funzionamento ottimale.

Nell’articolo Di Santo sottolinea che un sistema complesso richiede maggiormente un supporto a chi è chiamato ad operarvi e un dialogo più aperto e costruttivo fra le parti. FIRE, insieme ad altre associazioni e stakeholder, è al lavoro su più tavoli per cercare di trovare una soluzione migliorativa. L’auspicio è che il nuovo anno porti buone nuove.

Un’analisi di Dario Di Santo, direttore FIRE, pubblicata sull’Astrolabio, la newsletter ufficiale di Amici della Terra.

Leggi tutto

Il meccanismo dei TEE: funzionamento, mercato e osservazioni

presentazione di Dario Di Santo – FIRE

Considerazioni sullo schema dei certificati bianchi, con analisi del meccanismo e proposte di miglioramento. La presentazione di Dario Di Santo, illustrata in occasione del tradizionale convegno FIRE sui certificati bianchi svoltosi a KeyEnergy 2017, tratta questi temi focalizzando in particolare su come il meccanismo e i soggetti coinvolti in esso possano raggiungere un alto grado di successo.

SCARICA LA PRESENTAZIONE

Gli incentivi economici per l’efficienza: luci ed ombre

di Giuseppe Tomassetti – FIRE

Un recente convegno sul tema “Difendere l’ambiente e la bolletta” ha richiamato l’attenzione sulle interazioni fra le spinte ad incentivare interventi per la protezione dell’ambiente e del clima globale e le conseguenti ricadute di costi sui cittadini. Quasi mai beneficiari e pagatori sono le stesse persone o gli stessi gruppi sociali, gli aspetti ambientali, quelli economici e quelli sociali non sono facilmente monitorabili e resi congruenti tra loro; nascono complessi problemi di regolazione, di riaggiustamento continuo dei parametri, delle soglie e delle procedure. Fatalmente, quando gli importi divengono elevati nascono contenziosi, ricorsi alla magistratura amministrativa ed anche denunce alla magistratura penale.

Leggi tutto

Le grandi aziende energivore: attività, politiche industriali, energy management

Il tema degli energivori si è riacceso a luglio 2017 a seguito di una proposta di emendamento, approvata alla Camera, che prevede l’estensione degli sconti ad altri tipi di utenze ancora una volta senza particolari azioni di efficientamento collegate allo sconto. L’argomento è sempre sotto la luce dei riflettori e l’attenzione del legislatore ai grandi consumatori di energia (e la risposta dei consumatori stessi agli input) è stata forte negli ultimi decenni e continua ad esserlo in tempi di crisi non ancora scongiurata.

Nel numero 3/2017  della Rivista FIRE – Gestione Energia – si affronta il tema Energivori in un focus dedicato che riportiamo:

FOCUS ENERGIVORI