Efficienza energetica in Italia e mercato delle ESCO

intervista a Dario Di Santo

Il mese scorso Joule Assets Europe si è aggiunta alla compagine associativa FIRE.  L’ing. Di Santo ha rilasciato un’intervista, pubblicata sul loro blog aziendale EQUAD, dove affronta il tema dell’impatto dell’efficienza energetica sugli obiettivi climatici dell’UE 2030 ed analizza l’evoluzione del mercato italiano delle ESCO. Per il mese di giugno FIRE in collaborazione con Joule Assets Eur organizza il webinar gratuito Quali sono le migliori strategie commerciali ESCo per chiudere una trattativa più rapidamente?

Leggi tutto

Le nuove opportunità del decreto energivori

Di Stefano D’Ambrosio

Il nuovo decreto energivori porterà diverse novità e vantaggi per le imprese, ma anche possibili ricadute negative per il mercato dell’efficienza energetica e per i consumatori finali. Questi però non sono gli unici attori coinvolti: ESCO ed EGE dal decreto potranno trarre una serie di benefici in termini lavorativi per l’accesso alle agevolazioni, per le conseguenti diagnosi energetiche ed i monitoraggi.

La presentazione dell’ing. D’Ambrosio, illustrata in occasione della della V Conferenza annuale SECEM, ha trattato nello specifico queste tematiche.

Scarica la presentazione

 

Incentivi per l’efficienza energetica

di Francesco Belcastro

I principali meccanismi di incentivazione dell’efficienza energetica vengono descritti nella presentazione di Francesco Belcastro. Particolare attenzione è data al fondo per l’efficienza energetica, ai fondi strutturali ed ad alcuni programmi europei come ELENA.

Scarica la presentazione Panoramica dei meccanismi incentivanti per l’efficienza energetica

Certificati bianchi: la presentazione dei progetti

di Dario Di Santo

 

In attesa della tradizionale conferenza FIRE Certificati Bianchi – Titoli di Efficienza Energetica a portata di mano in programma a Roma il 18 aprile, si riporta un articolo dell’ing. Di Santo pubblicato ieri su Rienergia.it che analizza il tema della presentazione dei progetti di efficientemente energetico e del tasso di rigetto (alto) degli stessi.

 

Leggi tutto

Ecobonus. Il meccanismo delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficientamento degli edifici.

di Giuseppe Tomassetti

L’ecobonus per migliorare le prestazioni degli edifici in questi anni ha creato lavoro, aiutato l’economia e favorito gli interventi da parte delle famiglie. Cosa cambia con la Legge di Bilancio 2018 ce lo spiega l’ing. Tomassetti nell’articolo scritto per Infobuild.it.

L’argomento porta a spunti e riflessioni, la FIRE lo approfondirà assieme ad altre tematiche (edifici NZEB, nuovi obblighi per le pubbliche amministrazioni e per gli altri che intendono costruire o ristrutturare, demotica, digitalizzazione, software attualmente a disposizione, BIM ossia il “Building Information Modeling”) durante Enermanagement Edifici , che si svolgerà il 24 ottobre a Bologna.

Lascia qui i tuoi pareri, osservazioni, considerazioni, ne terremo conto in fase di dibattito durante il convegno.

Leggi tutto

Energy manager nell’ente pubblico: un tassello in più verso una amministrazione smart

Silvano Ribero – EGE SECEM , responsabile ufficio ambiente energia del comune di Dronero, energy manager del comune di Busca

L’esperienza e le osservazioni di un energy manager, Silvano Ribero, che opera da anni nelle P.A.

 

L’implementazione di una figura dedicata all’ambiente quale l’energy manager (em) è ancora troppo spesso vista come un costo aggiuntivo: l’affidare tale ruolo a dipendenti privi di specifica competenza, seppure capaci, o non attribuirlo affatto, ha ben più avverse conseguenze economiche. Mi permetto tale affermazione per l’esperienza maturata nella gestione “a risultato” di un ufficio ambiente pubblico (approfondimento su “Pillole di efficienza energetica”) ed in qualità di energy manager di alcuni piccoli Comuni. Per attestare l’affermazione iniziale e magari rendermi utile avrei un’ampia gamma di esempi, ne cito uno di interesse diffuso. Leggi tutto

Certificati bianchi: un aggiornamento

di Dario Di Santo

Il prezzo dei TEE continua a salire mentre il valore tendenziale del rimborso tariffario, cui è legato il costo del sistema, viaggia verso i 310 euro/TEE.

Purtroppo la carenza di dati sui certificati che potranno essere emessi nei prossimi mesi non aiuta di certo a ridare stabilità al mercato. FIRE ha più volte segnalato che un meccanismo di mercato necessita di maggiore trasparenza e più dati forniti in tempo reale, pena il rischio di tensioni sui prezzi più marcate. Si spera che il rapporto annuale relativo al 2017 prodotto dal GSE, con le consuete proiezioni per il futuro, possa chiarire la situazione aiutando a comprendere cosa attendersi in vista della scadenza a maggio del termine per presentare certificati per la verifica dell’obbligo 2017.

Un aggiornamento sul mercato dei certificati bianchi scritto per Qualenergia.it.

 

 

Leggi tutto