Il meccanismo dei TEE: novità e opportunità

di Dario Di Santo

Certificati bianchi, progetti ammessi, titolarità, metodi di valutazione sono alcuni degli argomenti che l’ing. Di Santo ha trattato durante il workshop  “Novità ed incentivi per l’efficienza energetica: Strumenti nazionali ed azioni locali”  organizzato da RENAEL con ENEA in collaborazione con AISFOR e FIRE.

 

Scarica la presentazione

Decreto correttivo TEE pubblicato

di Dario Di Santo

È stato pubblicato l’11 luglio in Gazzetta ufficiale il D.M. 10 maggio 2018, che introduce le modifiche alle linee guida sui certificati bianchi pubblicate lo scorso anno, necessarie per fare fronte al tumultuoso aumento dei prezzi del mercato e alla crisi dell’offerta, aggravata dal fenomeno delle truffe sui progetti standardizzati.

 

L’articolo di Dario Di Santo pubblicato su Quotidiano Energia

Leggi tutto

Certificati bianchi: una situazione complicata

di Dario Di Santo

Il mercato dei titoli di efficienza energetica (TEE o certificati bianchi) è salito all’attenzione delle cronache di settore negli ultimi due anni, in particolare per l’impennata dei prezzi del mercato, più che triplicati a inizio 2018 rispetto al 2015. L’incremento dei prezzi ha avuto un impatto al momento ancora contenuto sulla bolletta, ma in prospettiva può divenire preoccupante in termini di oneri a carico del consumatore finale. Ne è derivato un dibattito sull’effettiva sostenibilità economica dello schema, e il MiSE è intervenuto con un decreto correttivo pubblicato a luglio 2018, alla cui efficacia sembrerebbe legato il futuro dello schema. È utile dunque analizzare gli elementi che hanno portato all’attuale fase critica di un meccanismo fino a un paio di anni fa ritenuto estremamente virtuoso.

L’approfondimento di Dario Di Santo pubblicata sul trimestrale ENEA “Analisi trimestrale del sistema energetico italiano”

Leggi l’articolo Certificati bianchi: una situazione complicata

 

Cogenerazione e TEE: vantaggi e novità

di Dario Di Santo

Sebbene i certificati bianchi riservati alla cogenerazione ad alto rendimento (CAR) seguano regole dedicate, rimane  una relazione sia nel contributo ai target di efficienza energetica, sia al prezzo di mercato dei TEE con cui gli operatori CAR devono confrontarsi.

I vantaggi e le novità dei certificati bianchi in relazione alla cogenerazione delineati nella presentazione di Dario Di Santo (esposta ad mcTER).

Scarica la presentazione

 

 

Certificati bianchi, decreto correttivo in arrivo

di Dario Di Santo

In attesa che la Corte dei Conti dia il via libera al decreto correttivo sui certificati bianchi, vale la pena ricordarne i punti essenziali.

Il commento di Dario Di Santo pubblicato qualche giorno fa su e7 .

Leggi tutto

Certificati bianchi: stato dell’arte, risultati ottenuti e criticità, in attesa del decreto correttivo

Il decreto sui certificati bianchi, tanto atteso, affronta bene due dei principali nodi dello schema, alla base delle difficoltà: l’addizionalità e il mercato.  Non tratta però la necessità di maggiore supporto agli operatori e, tra le altre criticità, restano le problematiche relative ai soggetti obbligati.
Questi i principali argomenti trattati dall’ing. De Chicchis, in occasione del convegno “Alta efficienza e industria 4.0” svoltosi a Padova lo scorso 10 maggio.

Scarica la presentazione

Certificati bianchi: lessons learnt

di Dario Di Santo

Vale la pena continuare a tenere in piedi lo schema dei certificati bianchi o si dovrebbe ragionare più su schemi che ottengano l’efficientamento energetico come beneficio indotto e non come principale scopo (come accade ad esempio con le detrazioni fiscali e super ed iper ammortamento)? In attesa della sessione di aprile del mercato dei certificati bianchi, vale la pena di fare qualche considerazione sul principale schema di incentivazione dell’efficienza energetica in vigore nel nostro Paese.

Alcuni di questi temi verranno affrontati nella tradizionale conferenza FIRE sui certificati bianchi, che si terrà a Roma il 18 aprile p.v.

Leggi tutto