Audizione FIRE alla X Commissione della Camera su SEN e PNIEC

Nell’ambito dell’indagine conoscitiva indetta dalla X Commissione della Camera dei Deputati, la FIRE è stata ascoltata sulla Strategia energetica nazionale (SEN) e sul Piano nazionale integrato per l’energia e il clima (PNIEC).

L’audizione riprende e sintetizza alcuni dei temi suggeriti da FIRE sia nell’ambito delle consultazioni pubbliche sulla SEN e sul PNIEC, sia nel manifesto Proposte FIRE per lo sviluppo dell’efficienza energetica in Italia. L’iniziativa si somma alle numerose azioni attivate da FIRE presso le Istituzioni di riferimento per migliorare il quadro di riferimento.

Di seguito  la registrazione video dell’audizione

Chi sono gli energy manager nominati in Italia?

FIRE pubblica il “Libro Energy manager 2018 nominati da soggetti obbligati e non obbligati

L’elenco contiene i nominativi relativi all’anno 2018 dei soggetti obbligati e non obbligati alla nomina del tecnico per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (energy manager) che hanno effettivamente proceduto all’invio della comunicazione entro le scadenze previste (30 aprile), con i dati dei rispettivi energy manager nominati, e che hanno acconsentito alla pubblicazione dei dati.

M’Illumino di meno: il messaggio di adesione di FIRE andato in onda durante la trasmissione Caterpillar di Radio 2

II 1° marzo 2019 si festeggia la XV Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili, al cui interno si inserisce la campagna “M’illumino di meno” di sensibilizzazione sulla razionalizzazione dei consumi energetici, ideata dalla trasmissione radiofonica “Caterpillar” di RAI Radio2.

 

FIRE aderisce all’iniziativa autorizzando per il giorno 1° marzo, i propri dipendenti a lavorare da casa.

Ascolta il messaggio di adesione di FIRE andato in onda durante la trasmissione Caterpillar di Radio 2

“Smart Land: gestione energia su area vasta”

di Silvano Ribero, EGE SECEM

Da più anni i fondi destinati agli enti locali subiscono tagli, con effetti sulla funzione pubblica facili da immaginare. La condizione che si viene a creare però non sempre va vista come oggetto di criticità, anzi. La necessità di ottimizzare gli investimenti sovente si traduce in una fisiologica quanto inusuale creatività amministrativa verso modelli virtuosi. Ne è esempio il piano d’azione che sarà coordinato dall’Ufficio Ambiente Energia del Comune di Dronero, dove 22 piccoli Comuni della provincia di Cuneo si sono uniti in un accordo di partenariato per attivare una serie di misure distribuite.

Silvano Ribero, EGE SECEM, ci racconta la buona pratica dei 22  Comuni della provincia di Cuneo.

Leggi tutto

Efficienza energetica negli edifici

di  Dario Di Santo

In occasione del convegno “Efficienza energetica in edilizia: verso un testo unico” organizzato dal Coordinamento FREE e svoltosi il 7 febbraio all’interno della manifestazione fieristica ECOHOUSE, il direttore FIRE ha fornito alcuni dati sull’attuale parco immobiliare italiano, tra cui:

-il 52% degli edifici residenziali è composto da abitazioni singole;

-il 70% circa della popolazione vive in condomini;

-degli oltre 31 milioni di abitazioni il 77% risulta occupato stabilmente.

In futuro, ha evidenziato Di Santo, intervenire sugli edifici sarà sempre più una priorità. Occorrerà tener presente e confrontarsi con nuovi modelli di urbanistica, di logistica e di  lavoro, nonché con lo sviluppo dell’economia circolare e del nuovo mercato energetico basato su prosumer e demand response.

Per approfondire l’argomento scarica la presentazione Efficienza energetica negli edifici: considerazioni e strumenti

 

Energy manager, la formazione è fondamentale per affrontare il futuro

intervista a Francesco Belcastro

Quali sono le competenze di un energy manager ? Che tipo di formazione dovrebbe avere per competere al meglio nel mondo del lavoro?

Francesco Belcastro tratta questi argomenti, assieme ad altri,  nell’intervista rilasciata a Elettrico Magazine. Leggi tutto

Il futuro dell’edilizia è nell’off-site

di Stefano D’Ambrosio

I vantaggi della progettazione off-site degli edifici sono molteplici e possono essere più o meno significativi a seconda dei contesti, come nel caso di una nuova costruzione o di una riqualificazione. I principali benefici che generalmente si riscontrano sono: la riduzione di tempi, costi e scarti con un aumento del livello di sicurezza per i lavoratori, perché si riduce il rischio di infortuni in cantiere.

L’ing. D’Ambrosio affronta il tema dell’off-site in un articolo pubblicato sul numero di dicembre di Gestione Energia

Leggi tutto