Mercati energetici, venti anni di liberalizzazione

di Dario Di Santo

In occasione del webinar FIRE – YEM “Acquisti di gas&power e risk management: cosa cambia con la rivoluzione digitale?” l’ing. Di Santo ha aperto la sessione trattando il tema della liberalizzazione dei mercati energetici. Rispetto a vent’anni fa comprare energia è diventato un mestiere complesso. Oggi, infatti, troviamo mercati di vario genere (MGP, MI, MSD, MPEG, MTE, PCE) e possibili approcci all’acquisto (baseload, peak, spot, fixing, contratti a termine, PPA, etc.) che rendono diverso lo scenario. Per approfondimenti vai alla presentazione

Vai agli atti del webinar FIRE – YEM

Energy manager: in azienda aumenta la presenza degli obiettivi energetici rispetto a quelli economici

Dario Di Santo

Ogni anno assieme al Rapporto sugli energy manager in Italia viene approfondito un tema specifico. Quest’anno la Federazione ha condotto l’indagine sull’evoluzione del ruolo dell’energy manager. Tra i risultati emersi si evidenziano l’utilità di adottare un sistema di gestione dell’energia, la formazione e l’aggiornamento, l’aumento degli energy manager certificati EGE, e il maggiore numero di soggetti che monitorano gli indicatori di prestazione energetica. Tuttavia, non sempre l’alta direzione richiede che siano raggiunti degli obiettivi energetici specifici, come indicato dal 33% degli energy manager intervistati. Tra coloro i quali hanno dei target in capo, un aspetto da notare rispetto al 2015 è l’aumento della presenza di obiettivi energetici rispetto a quelli economici, con variazioni nell’ordine di 6-7 punti percentuali; questo rappresenta sicuramente un elemento positivo, a conferma della maggiore attenzione agli aspetti energetici anche svincolati dai meri ritorni economici.

Durante il webinar di presentazione del Rapporto l’ing. Di Santo ha presentato l’indagine nel dettaglio. Qui la presentazione

 

La proposta di riforma dei Titoli d Efficienza Energetica

di Dario Di Santo

Confindustria, con la collaborazione di FIRE, ha predisposto un documento di proposte per lo schema dei certificati bianchi con il fine di rilanciare il meccanismo da tempo in difficoltà ma considerato ancora valido (basti ricordare che il Piano nazionale integrato energia e clima continua a prevederne un ruolo importante in ottica 2030). Il documento nasce da un gruppo di lavoro di Confindustria dove erano rappresentati sia la domanda, ossia i distributori di elettricità e gas, sia l’offerta, ossia imprese ed ESCO.

Nella presentazione che segue l’ing. Di Santo ha illustrato le principali proposte per lo schema dei certificati bianchi tracciate nel documento Confindustria-FIRE, tra cui quella di definire delle linee guida ed un contributo tariffario che non lasci i distributori senza copertura dei costi sostenuti o in crisi di liquidità (costo TEE virtuali, coefficiente obbligo minimo, etc.).

Vai alla presentazione

Il fotovoltaico come intervento trainato del superbonus al 110%

di Dario Di Santo

In occasione del webinar  Superbonus 110% per fotovoltaico, microcogenerazione e colonnine per auto elettriche – organizzato da edilportale lo scorso 8 settembre –  l’ing. Di Santo è intervenuto approfondendo alcuni aspetti chiave legati alla misura. Uno tra questi è la realizzazione degli interventi “trainati” che riguardino il fotovoltaico, con o senza sistemi di accumulo, le colonnine di ricarica, o altri  previsti dal superbonus. fra l’inizio e la fine dei lavori degli interventi “trainanti”.

Vai alla presentazione  Fotovoltaico come intervento trainato superecobonus

La gestione dell’energia per migliorare efficienza e sostenibilità

di Dario Di Santo

Per molte aziende pensare alla realizzazione di un progetto significa non solo valutare il risparmio energetico che risulta in genere uno dei vantaggi, ma non il più consistente, ma altre voci più determinanti. E’ necessario però collegare l’energia al core business, infatti, quantificando i benefici non energetici, le imprese possono produrre più valore per i loro azionisti e la società, aumentare il valore dei propri asset, migliorare l’immagine e liberare risorse per crescere e competere. Questi sono alcuni degli argomenti affrontati da Dario Di Santo durante il suo intervento ad mcTER, svoltosi il 24 giugno scorso.

Vai alla presentazione La gestione dell’energia per migliorare efficienza e sostenibilità

page14image26588368

 

Fotovoltaico. Le performance degli impianti fotovoltaici italiani

di Lorenzo Tuzzolo

Al 2030, 73 TWh di energia elettrica dovranno essere prodotti da 51 GW fotovoltaici. Ciò significa che gli impianti dovranno lavorare per 1.400 ore equivalenti contro le 1.141 del 2018. Questi alcuni dati evidenziati dall’ing. Tuzzolo nella presentazione tenuta in occasione del Virtual Energy Day, svoltosi lo scorso 19 giugno.

Scarica alla presentazione Fotovoltaico. Le performance degli impianti fotovoltaici italiani: stato attuale e prospettive

Conto termico: i fondamenti

La FIRE, in collaborazione con il GSE ha realizzato, il 30 aprile scorso, un webinar durante il quale i responsabili del Gestore dei Servizi Energetici hanno mostrato le principali criticità emerse in fase di richiesta dell’incentivo Conto Termico e approfondito il tema dei contratti EPC, del servizio energia e della cessione del credito all’interno del meccanismo. Il webinar è stato un’occasione utile per aiutare gli operatori e le amministrazioni a utilizzare con successo questo strumento. In quell’occasione l’ing. Di Santo ha delineato cosa è il conto termico, le caratteristiche e chi coinvolge.

Vai alla presentazione