Stimulate energy efficiency in SMEs

di Daniele Forni

In occasione della partecipazione di FIRE al webinar organizzato da EREK, l’European Resource Efficiency Knowledge Centre, l’ing. Forni ha parlato del progetto ESI ed Mbenefits, evidenziando quali benefici si possono trarre grazie ai due progetti europei.

FIRE è key partner di EREK. L’obiettivo dell’ ente europeo è quello di aiutare le aziende, in particolare le PMI, a ridurre i costi di energia, materiali ed acqua. Fornisce dunque strumenti, informazioni e opportunità imprenditoriali ed indirizza verso modi nuovi e migliori per raggiungere l’efficienza delle risorse.

Vai alla presentazione Stimulate energy efficiency in SMEs

I benefici multipli dell’efficienza energetica

di Livio De Chicchis

I benefici non energetici legati all’efficienza energetica sono tanti, tra cui abbiamo il miglioramento dell’appetibilità economica degli investimenti ed una valutazione più opportuna dei rischi connessi all’intervento.

Durante la Convention SECEM l’ing. De Chicchis ha illustrato il progetto M-Benefits che mira a introdurre una metodologia che aiuti gli energy manager, le ESCO e gli altri soggetti coinvolti nella proposta di interventi di efficientamento energetico a comprendere gli effetti dei benefici non energetici  sul core business.

Vai alla presentazione

Dall’energy manager all’esperto in gestione dell’energia

di Stefano D’Ambrosio

Il 25 marzo scorso si è tenuto il corso di formazione professionale continua per giornalisti “Green jobs, le professioni di oggi e domani”, organizzato dal Ministero dell’Ambiente in collaborazione con la Fima (Federazione italiana media ambientali). FIRE in quell’occasione ha parlato di energy manager ed esperti in gestione dell’energia, due figure professionali che la Federazione segue da anni, gestendo le nomine dei primi (su incarico del MiSE) e promuovendo la certificazione dei secondi grazie a SECEM.

Riportiamo la presentazione dell’ing. D’Ambrosio, illustrata durante il corso e ricordiamo due date:

30 aprile: termine di legge per l’invio della nomina dell’energy manager, per i soggetti obbligati. Tutte le informazioni sono disponibili su: http://em.fire-italia.org

13-14 maggio: Sesta conferenza SECEM – Gli esperti in gestione dell’energia: tra presente e futuro, tra obblighi ed opportunità. Informazioni disponibili su:  www.secem.eu

Ridurre il rischio degli interventi di efficienza energetica

di Daniele Forni

Come ridurre il rischio degli interventi di efficienza energetica è il tema affrontato da Daniele Forni in occasione della partecipazione al convegno organizzato da Assofrigoristi all’interno della fiera REFRIGERA.

La riduzione del rischio può avvenire, tra l’altro, attraverso il modello ESI, che mira ad agevolare la realizzazione e il finanziamento dei progetti di efficienza energetica con contratti a garanzia di risultato nelle PMI. Ciò può essere raggiunto attraverso la standardizzazione e la semplificazione dei contratti, una validazione di terza parte e un’assicurazione del risparmio per il cliente.

Vai alla presentazione Ridurre il rischio degli interventi di efficienza energetica

Riqualificazione energetica degli edifici, contratti EPC e finanziamento dei progetti

di Daniele Forni

Durante il convegno FIRE, svoltosi all’interno della fiera ECOHOUSE, dedicato alla riqualificazione energetica degli edifici come opportunità per migliorare il comfort e aumentare il valore degli immobili, l’ing. Forni ha illustrato in apertura alcuni strumenti importanti legati al settore edile come gli incentivi, la smart financing, l’industrializzazione del settore, i protocolli, nonché i progetti a supporto tra cui abbiamo M-Benefits, che mira a sviluppare un toolkit per aiutare le imprese ad identificare i benefici multipli dell’efficienza energetica, ed ESI EUROPE, che punta ad aumentare gli investimenti in efficienza energetica nelle piccole e medie imprese (PMI).

Scarica la presentazione Riqualificazione energetica degli edifici, contratti EPC e finanziamento dei progetti

Scarica gli  Atti del convegno

White certificates in Italy: what happened, what to expect

di Dario Di Santo

Il sistema di certificati bianchi italiani (WhC) ha affrontato negli ultimi anni seri problemi, legati alla mancanza di certificati per coprire l’obiettivo del programma, ai prezzi di mercato alle stelle, alle frodi con procedure di valutazione del risparmio energetico (standard) semplificate, ecc. Per affrontare tali questioni il Ministero dello sviluppo economico ha emesso il decreto DM 10 maggio 2018 per modificare le linee guida di WhC introdotte nel 2017.

La presentazione tenutasi all’evento Ponti 2018 a Bolzano descrive brevemente i principali cambiamenti.

White certificates in Italy: what happened, what to expect