Chi sono gli energy manager nominati in Italia?

FIRE pubblica il “Libro Energy manager 2018 nominati da soggetti obbligati e non obbligati

L’elenco contiene i nominativi relativi all’anno 2018 dei soggetti obbligati e non obbligati alla nomina del tecnico per la conservazione e l’uso razionale dell’energia (energy manager) che hanno effettivamente proceduto all’invio della comunicazione entro le scadenze previste (30 aprile), con i dati dei rispettivi energy manager nominati, e che hanno acconsentito alla pubblicazione dei dati.

L’energy manager: ruolo ed utilità per l’Amministrazione Pubblica

di Francesco Belcastro

In occasione della terza edizione del Forum Regionale degli Acquisti Verdi, svoltosi a Venezia nei giorni scorsi,  l’ing. Belcastro ha illustrato durante la sua presentazione, il ruolo dell’energy manager nella Pubblica Amministrazione e come questa figura può dare un prezioso contributo ai decisori che intendono avviare interventi di efficienza energetica.

Scarica la presentazione

Il contributo di un EGE alla spending review della PA

“potenziale contributo (inascoltato)”

Roberto Gerbo, Esperto in Gestione Energia certificato SECEM

Nel 2015 nell’ambito di un progetto innovativo (“LOCALES: l’analisi della spesa energetica dei comuni strumento di riduzione dei consumi e contenimento della bolletta energetica”) ho individuato una base dati, a libero accesso, della spesa per le PA (fonte: SIOPE della Ragioneria dello Stato, alimentato mensilmente dalle PA: Regione, USL, Città metropolitana, Comuni, ecc.) che dispone di una articolata ripartizione della spesa pubblica (personale, energia, manutenzioni, rifiuti, ecc.), scaricabile via web.

Leggi tutto

Stimulate energy efficiency in SMEs

di Daniele Forni

In occasione della partecipazione di FIRE al webinar organizzato da EREK, l’European Resource Efficiency Knowledge Centre, l’ing. Forni ha parlato del progetto ESI ed Mbenefits, evidenziando quali benefici si possono trarre grazie ai due progetti europei.

FIRE è key partner di EREK. L’obiettivo dell’ ente europeo è quello di aiutare le aziende, in particolare le PMI, a ridurre i costi di energia, materiali ed acqua. Fornisce dunque strumenti, informazioni e opportunità imprenditoriali ed indirizza verso modi nuovi e migliori per raggiungere l’efficienza delle risorse.

Vai alla presentazione Stimulate energy efficiency in SMEs

I benefici multipli dell’efficienza energetica

di Livio De Chicchis

I benefici non energetici legati all’efficienza energetica sono tanti, tra cui abbiamo il miglioramento dell’appetibilità economica degli investimenti ed una valutazione più opportuna dei rischi connessi all’intervento.

Durante la Convention SECEM l’ing. De Chicchis ha illustrato il progetto M-Benefits che mira a introdurre una metodologia che aiuti gli energy manager, le ESCO e gli altri soggetti coinvolti nella proposta di interventi di efficientamento energetico a comprendere gli effetti dei benefici non energetici  sul core business.

Vai alla presentazione

Le sfide regolatorie del futuro, demand response, povertà energetica

Intervista a Stefano Besseghini, Presidente ARERA

In un’intervista rilasciata a Gestione Energia – rivista FIRE – il Presidente di ARERA parla degli strumenti e delle azioni che l’Autorità può mettere in campo al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi per il 2030. Altri temi trattati riguardano le comunità energetiche e la possibilità di scambio fra gli utenti nei condomini e in realtà commerciali ricomprese in un edificio, il demand response, gli oneri di sistema  e la povertà energetica.

 

Leggi tutto