La gestione dell’energia per migliorare efficienza e sostenibilità

di Dario Di Santo

Per molte aziende pensare alla realizzazione di un progetto significa non solo valutare il risparmio energetico che risulta in genere uno dei vantaggi, ma non il più consistente, ma altre voci più determinanti. E’ necessario però collegare l’energia al core business, infatti, quantificando i benefici non energetici, le imprese possono produrre più valore per i loro azionisti e la società, aumentare il valore dei propri asset, migliorare l’immagine e liberare risorse per crescere e competere. Questi sono alcuni degli argomenti affrontati da Dario Di Santo durante il suo intervento ad mcTER, svoltosi il 24 giugno scorso.

Vai alla presentazione La gestione dell’energia per migliorare efficienza e sostenibilità

page14image26588368

 

Best Practice: miglioramento comfort visivo ed energetico in un reparto di verniciatura

Torna l’appuntamento con le video pillole Hitachi con cui l’azienda evidenzia casi dove, attraverso interventi mirati, si è potuto arrivare a risultati e benefici considerevoli.
Questa volta il focus è su comfort visivo e prestazioni energetiche. Come raggiungere il miglioramento della qualità della luce in un reparto di verniciatura? Con le lampade ad induzione, grazie alle quali sono stati ridotti i tempi di lavoro e raggiunto un saving energetico del -52%.

Fotovoltaico. Le performance degli impianti fotovoltaici italiani

di Lorenzo Tuzzolo

Al 2030, 73 TWh di energia elettrica dovranno essere prodotti da 51 GW fotovoltaici. Ciò significa che gli impianti dovranno lavorare per 1.400 ore equivalenti contro le 1.141 del 2018. Questi alcuni dati evidenziati dall’ing. Tuzzolo nella presentazione tenuta in occasione del Virtual Energy Day, svoltosi lo scorso 19 giugno.

Scarica alla presentazione Fotovoltaico. Le performance degli impianti fotovoltaici italiani: stato attuale e prospettive

Efficienza energetica in una linea di estrusione

Hitachi ha realizzato una serie di mini video su alcune best practice. L’obiettivo è  mostrare, in poco più di un minuto, come con le giuste scelte sia possibile arrivare a risultati ottimali in termini di riduzione dei consumi, il tutto contribuendo a raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).

Il primo video è dedicato all’efficienza energetica in una linea di estrusione dove è stato possibile ridurre i consumi del 30%.

Città, è il momento di ripartire in modo deciso e sostenibile

di Antonio Lumicisi – Esperto di politica su ambiente, energia e clima

In Italia abbiamo superato i tre mesi di confinamento forzato. Tra i vari effetti abbiamo avuto una riduzione dei consumi. Il governo sta spingendo maggiormente su una nuova politica energetica finalizzata alla massima efficienza e le città, quindi i Comuni con i propri Sindaci, rappresentano gli enti territoriali più vicini al cittadino, con maggiore forza per dialogare sul territorio e contribuire a quella modifica dei comportamenti individuali che rappresenta, sempre di più, l’unica strada da seguire per cercare di affrontare seriamente l’emergenza climatica. E’ il momento che ognuno faccia la propria parte, a partire dal Governo centrale che deve indirizzare le proprie politiche di sviluppo verso quei settori che più di altri potrebbero giocare un ruolo essenziale nella ripartenza sostenibile del Paese.

L’articolo di Antonio Lumicisi.

Leggi tutto

Pensieri notturni sul 110%

Giuseppe Tomassetti

Ieri sera rileggevo l’articolo di Dario “Risorse per la ripresa, ma non crediamo all’albero degli zecchini d’oro”, così non riuscivo ad addormentarmi, avevo in mente alcuni commenti e considerazioni. Stamattina alle 6 e 45 sono alla tastiera.

Il mio parere è molto più negativo del suo, il provvedimento è velleitario nelle intenzioni e corruttivo nella applicazione.

Leggi tutto

Risorse per la ripresa, ma non crediamo all’albero degli zecchini d’oro

di Dario Di Santo

Il  decreto rilancio porta al 110% le detrazioni per ecobonus e sismabonus, riducendo a cinque anni il tempo di recupero della detrazione e ampliando la cessione del credito agli istituti di credito e agli intermediari finanziari (con sconto in fattura al 100% per gli utenti finali residenziali). Il provvedimento sta ovviamente scatenando l’attenzione e gli appetiti di tutti, ma cosa dire della sostenibilità economica e di mercato? Ce ne parla Dario Di Santo nella newsletter FIRE.

Leggi tutto